Una festa per Rod Stewart

aprile 7th, 2017 Posted by Polpo Mario, Vip del Polpo Mario 0 thoughts on “Una festa per Rod Stewart”

rod stewart 2

Un pomeriggio è spuntato anche Rod Stewart, venuto a Sestri Levante per due giorni di fila.
“La prima volta è arrivato al Caffè del Porto della Piscina dei Castelli – racconta Ciuffardi – resta incantato dalla bellezza del posto e annuncia di voler tornare un’altra volta. Succede il giorno dopo, nel caruggio di Sestri Levante, insieme con la sua compagna, una bellissima presentatrice londinese e altri tre amici. Quando è entrato al Polpo Mario per pranzare ha confessato che nella piazzetta di Portofino si stava annoiando e che aveva sentito parlare del Polpo dall’amico Puny”.
Impeccabili come sempre, Rudy e Morena hanno servito a Rod Stewart e alla sua combricola un menù d’eccezione, con antipasti di gamberetti fritti (di quelli che si mangia tutto), sopressata di polpo, asparagi di mare, patè di polpo, sautè di vongole veraci, primi con spaghetti ai totanetti, ravioli di magro alle boraggini. E i secondi, con polpo bollito, il fritto Sogno degli Angeli e altre specialità e i vini delle Cinque Terre.
Qualche particolare curioso: l’amico della rockstar, titolare di un albergo in Scozia, ha voluto ad ogni costo la ricetta della sopressata, la sua compagna, tra una foto e l’altra, ha chiesto quella del patè.
Poi, Rudy, ha regalato alla fanciulla il suo libro “Vissi d’amore e di polpo”, con tanto di autografo, suscitando la pronta reazione di Rod Stewart: “Scusa Rudy, a me l’autografo non lo fai?”, dando vita ad un’irresistibile inversione di ruoli, fra le battute dei presenti e di Morena (“Non sapevo di avere un exmarito così importante!”).
“Una giornata molto movimentata quella con Rod Stewart – commenta Rudy Ciuffardi – finita nella cucina del Polpo dove Rod e i suoi amici hanno fatto i complimenti ai cuochi”.
rod stewart

No comments yet. You should be kind and add one!

Leave a Reply

Your email address will not be published.This is a required field!

<small>You may use these <abbr title="HyperText Markup Language">HTML</abbr> tags and attributes:<br> <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>